Z nation (rinnovata nel 2016)


#1

Titolo originale: Z nation
Episodi: 13 + 15 + 15
Stagioni: 3
Genere: horror-drama-comedy

L’ho accantonato dopo un paio di puntate circa due anni fa (la prima stagione è del 2014) reputandolo una cag**a immane, pensando che l’Asylum-style è ottimo se ti vuoi divertire con un film, ma un’intera stagione non l’avrebbe retta.

L’ho ripreso in mano una settimana fa, non avevo altro da vedere sottomano…

Risultato: due serie (28 episodi da 40 minuti ad episodio letteralmente sbranati in 4 giorni).

E sì. Le prime tre o quattro puntate sono seriose, cupe e pesanti…ma passate quelle inizia il divertimento!
Altro che The Walking Dead!
Poca introspezione (eppure l’evoluzione dei personaggi in due serie c’è eccome), moltissima azione (non ti annoi mai), mille colpi di scena (passi da puntate che ti lasciano teso come una corda di violino ad altre dove non puoi fare a meno di ridere).

La seconda serie? Impossibile crederlo, ma è ancora meglio della prima, quasi una rarità per le serie tv odierne.

La trama è lineare e molto semplice.
Un gruppo di sopravvissuti riceve l’incarico dal Cittadino Z (il solo militare sopravvissuto in una base segreta in Antartide) di trasportare l’unico umano a cui è stato iniettato un vaccino sperimentale contro il virus zombie e che è sopravvissuto ai morsi degli stessi, dallo Stato di New York fino ad un laboratorio del CDC sito in California.

E durante il viaggio succede di tutto, da sfide in stile western nel mezzo delle città, a incontri con fito-zombi e ancora a zombnado (ogni riferimento a Sharknado, sempre dell Asylum è assolutamente voluto!), fino ad arrivare a improbabili (ma nemmeno tanto) cartelli della droga messicani, zombie-mutanti, capre, cavalli, mucche, cani zombie, ufo, indiani e millemila altre cose…

Ce n’è per tutti i gusti.
I riferimenti a Romero sono tantissimi, viene anche citato spesso e volentieri.
Personaggi azzeccati e ben recitati, effetti speciali decenti, a volte anche sopra la media (soprattutto dopo le prime 3 o 4 puntate c’è un miglioramento netto) e zombie, maree e tsunami di zombie in ogni puntata (finalmente).
Tensione e divertimento assicurati agli amanti del genere (altro che la serie infinita di pippe mentali di The Walking Dead!)

Voto: 7 1/2

P.s. ho letto molte recensioni su questa serie, tutte ovviamente negative…poi ho scoperto che alcuni si sono fermati alla prima puntata, altri hanno letto “prodotto da Asylum” e ne hanno scritto peste e corna, altri ancora hanno fatto la recensione sulle foto di scena che erano state pubblicate (ma come si fa?)…
E TUTTI indistintamente gli articoli sono datati Ottobre o massimo Novembre 2014 (ovvero erano uscite al massimo 2 o 3 puntate e non so nemmeno se erano già state trasmesse in Italia).
Infatti quelli che si sono presi la briga di vederselo hanno fatto recensioni positive.


#2

ne ero curioso, ho visto circa 10 puntate ma come per The Walking Dead non mi piace.


#3

La seconda serie è migliore, più divertente e allucinante (anche più horror).
La prima è quella più seria, però ovviamente i gusti son gusti :stuck_out_tongue:


#4

sono gli zombi, insomma non sono il mio genere.
sto guardando Outcast, su sky quindi da 0 e quel filone pseudohorror mi garba di più


#5

@Dax condivido la tua analisi e un consiglio non fermarti mai alla prima-seconda puntata di una serie :relaxed:
sto gia preparando i pop-corn per la terza serie …sperando di non rimanere deluso


#6

Terza serie iniziata.

I primi due episodi sono uniti e formano in realtà un film (circa 1 ora e mezza) in formato flashback che mostra alcune cose successe prima della fine della seconda serie e dove verrà presentato un nuovo personaggio (figherrimo) con un nome che è già un programma, THE MAN (l’Uomo).

La 3a serie inizia effettivamente dall’episodio successivo (che sarebbe il 3) e riprende esattamente da dove si erano interrotti nella puntata finale della seconda stagione.

…e ovviamente c’è l’arrivo di THE MAN…