Quali sono i file migliori da condividere?

amule_adunanza
emule_adunanza

#1

Ciao ragazzi.

Qualè secondo voi il criterio migliore per decidere quali file sono più “preziosi” e quali sono i più utili da tenere far fargli scaricare agli altri?

Se non sbaglio il “livello di popolarità” viene assegnato in base alle richieste. Più richieste = meno popolarità e vice versa.

Ma quindi ha senso tenere file che in pochi richiedono? Oppure questo dà invece un valore aggiunto?

grazie!


#2

Devi trovare un giusto compromesso tra:

  • file richiesti: le persone vogliono determinati file (di solito recenti) e questo fa in modo che tu guadagni crediti perchè condividi molto e quindi hai a tua volta il vantaggio di risalire prima le code per scaricare i file che interessano a te

  • file poco richiesti: file che cercano e scaricano poche persone ma che rimangono in condivisione casomai qualcuno li volesse. In termini pratici ci guadagni poco (tu) ma contribuisci a mantenere file “vivi” su emule e a creare un database di file molto più ampio di qualsiasi altro programma p2p.
    I file poco richiesti sono quelli per cui trovi una o al massimo due fonti e che impieghi magari un’eternità a scaricare (ma alla fine ce la fai con grande soddisfazione).

Se tenessi in condivisione solo file richiesti (e tutti facessero lo stesso) il numero di file reperibili su emule calerebbe drasticamente nel giro di poco.

Prevedo che ti risponderà più ampiamentre @Goku a breve… :old_goku:


#3

lo stavo già facendo, mi spii? :meme_reaction_guy:

Bellissima domanda Federico! @Dax sa che mi gaso sempre quando un utente si interessa a queste cose :+1: quindi non ha fatto fatica ad immaginare che ti avrei risposto (anche se stavo per spegnere il pc).

Onestamente per valutare ogni aspetto devo pensarci su e credo che sia un argomento dove non c’è una risposta univoca.

Per ora, anche a causa dell’ora tarda, faccio un paio di ragionamenti semplici.

  1. il mulo assegna dei crediti che ti avvantaggiano nello scalare le code e questi crediti non sono nel tuo database, sono in quello degli utenti a cui hai uppato qualcosa. Quindi è presumibile che se hai degli interessi particolari (esempio orror, shi-fi, o qualsiasi altra cosa) e qualcuno ha scaricato da te questi file, è anche probabile che questo qualcuno può avere qualche file che ti interessa. Direi quindi che è preferibile condividere file degli stessi generi che ti interessano in modo da aumentare la probabilità di sfruttare i crediti distribuiti contattando chi hai già favorito tu.

  2. poi la cosa più importante è avere una buona dose di file in grado di riempire sempre e totalmente la propria banda di upload. Il ragionamento è molto semplice, il mulo è veloce tanto quanto l’upload degli utenti è alto e costante. Quindi condividere tantissimi file che non cerca quasi nessuno è poco utile alla rete perchè lascia semivioto l’upload e “sprechi banda” che in definitiva è la stessa che usi quando sei tu a scaricare dagli altri.

  3. per i file rari ha detto bene @dax , servono molto a rendere ampia la possibilità di trovare qualsiasi cosa, e a parer mio dà anche soddisfazione quando ci si accorge che qualcuno ha scaricato un nostro file raro (ci si sente più “utili” alla rete), Direi che va quindi mantenuto un giusto mix che non penalizzi i punti precedenti e integri i file rari che più di interessano.

Per ora mi fermo qui, ci dormo sopra e se riesco domani aggiungo qualcosa. :old_sleep:


#4

Se si mettono files in condivisione Adurelease passano in Auto appena il mulo trova più di 8 fonti,
può essere anche a tempo,per esempio in orari poco frequentati un file può essere “raro”,
durante orari frequentati lo stesso file potrebbe diventare non più “raro”.


#5

Ok allora forse si potrebbe fare un ragionamento all’incontrario.

Nel senso, come primo passo si potrebbero scartare file molto disponibili, ma che non scarica nessuno.

come si può fare però a capirlo? (io uso la categoria “Librerira” del mulo per orientarmi su questo campo).


#6

Premetto che uso Amule da un bel po’ e comincio a dimenticarmi i piccoli particolari differenti dai due muli.

Comunque sì, usando la libreria e guardando le richieste che hai avuto di ogni file dovresti poter ottenere le info che ti interessano. Non mi ricordo bene se però il dato della disponibilità del file è attendibile (sull’Amule che faccio girare su una piastra Arm non lo è ma potrebbe essere una piccola incompatibilità) nei prossimi giorni appena ho tempo faccio qualche verifica.
Però per ottenere dei dati attendibili devi tenere acceso il mulo molto a lungo, penso almeno una decina di giorni, altrimenti i dati si azzerano.

Ma posso chiederti quale è il tuo problema? Hai bisogno di liberare spazio sull’HD o lo fai solo per un principio "teorico?
Nel secondo caso tieni presente che comunque sulla rete KAdu i files vengono “ciclati” in automatico (mentre sui server Ed2K la lista completa viene inviata in poco tempo).
Per ultimo tieni presente che quando uscirà Tsunami molto probabilmente il meccanismo di condivisione sarà simile ma diverso da quello di KAdu e si vorrebbe automatizzare maggiormente la rotazione (siamo ancora nel campo delle ipotesi e discussioni). Questo solo per dirti che se non è un problema di spazio su disco forse non vale la pena perderci molto tempo.


#7

Ma guarda che semplicemente uso Emule su un secondo pc, in cui non ho moltissima roba.

Quindi tutto quello che scarico poi lo trasferisco e cancello. Da un po’ di tempo però ho deciso di lasciare una cartella con della roba dentro, dato che non mi sembra giusto “chiedere” solamente senza “dare” nulla.

Quindi volevo capire… Quali file mi conviene tenere su quella cartella? Dato che li tengo li solo per quello, tantovale tenere solo le cose più utili!


#8

Devi scalare la coda o fare il releaser?
I releaser rellano i files rari,gli altri i files recenti.
Che upload hai?


#9

Aggiungo il mio parere, a quanto di giustissimo detto dagli altri.

Io sono un utente del mulo dagli albori, e, parlando per esperienza personale, ti posso assicurare i file con molte fonti, per loro stessa natura, non serve tenerli in condivisione, se non per un puro archivio personale. Avendo molte fonti, è prevedibile che rimangano tali, almeno per un periodo utile a diffondersi ampiamente. Finché col tempo non diventano rari.

Il valore aggiunto (parlo sempre a mio parere) del mulo sono i file rari e sono ciò che contraddistinguono questa rete dalle altre, come torrent, che sono più efficaci in termini di velocità, anche solo essendo basate su tecnologie più recenti e più adatte alle linee veloci odierne, ma fondamentalmente basate sulle nuove uscite.

Quindi il mio parere e anche il mio modus operandi da tempo è mantenere i file rari sul mulo.

Ovviamente questo è discutibile (e se n’è già discusso molto), ma, a mio parere, sensato.


#10

E’ una bruttissima cosa da fare, ma apprezzo il fatto che ti stai ravvedendo e cercando di migliorare le tue abitudini restituendo alla comunità almeno una parte di quanto hai preso (su altri forum ti avrebbero linciato dopo quello che hai scritto).

Per il resto la mia soluzione ideale è avere un 70% - 80% di file con fonti e un 20% - 30% di file con poche o nessuna fonte (se non io). In questo modo restituisco agli altri muli una buona parte di quello che prendo da loro e gli altri file li lascio in caso qualcuno li voglia.


#11

ok

però non è semplice capire quali file hanno poche/molte fonti.

Perché sono due cose molto diverse.

Un conto è un file molto richiesto a prescindere che abbia tante fonti o meno. E un conto un file poco richiesto.

Come faccio a capire invece QUANTE fonti ha a disposizione quel file? Si fa affidamento solo su Libreria, Fonti Complete?

Perché non mi sembra molto affidabile, praticamente la stragrande maggioranza della roba che ho, dice “0”. Anche perché poi sicuramente è un valore che contineruà a cambiare. Forse bisogna fare una specie di mix tra file molto richiesti e file con pochissime fonti?

Ma quindi scusate, quando parlavo della questione “scarico e cancello”, non mi sembra una cosa grave. A meno che tutti quanti abbiano a disposizione decine di tera di spazio, bisogna per forza cancellare della roba, è impossibile tenere tutto quanto. Anche perché cmq, sulla voce totale, il mio rate di UL è molto più alto rispetto al DL, ed è così per forza di cose, dato che quando attivo il mule spesso e volentieri rimane accesso per tutto il giorno.


#12

Io avrò si e no un migliaio di file in condivisione. Il 99% sono rari, o comunque con poche fonti. Il mio mulo gira 24/24 365 giorni all’anno. La mia banda di upload è sempre piena, e la coda staziona intorno ai 500 utenti costanti.

Secondo me, se sei un possessore di fonti rare è giusto che dai priorità a queste. Se invece hai solo file molto condivisi, condividi quelli.

Entrambi i comportamenti sono corretti, a mio modo di vedere la cosa, e caratteristica del successo del mulo fino ad oggi.

Col tempo ci fai l’occhio. Comunque più che guardare la tua libreria (che mostra soltanto le fonti dei file di cui hai ricevuto richiesta), conviene basarsi sulle fonti e fonti complete che compaiono nella ricerca, che, anche se non preciso, fornisce un valore delle fonti pressapoco affidabile.


#13

Esattamente. Totalmente d’accordo con tè, sicuramente è molto più affidabile le fonti visibili sulla ricerca, però non sono collegate… Cioè la libreria ce l’hai già li pronta da consultare. e ti dice direttamente tutto quello che vuoi su ogni vile che hai in condivisione (anche se purtroppo appunto non molto affidabile).

Quindi per avere una stima attendibili, tu ti vai a ricercare ogni file per capire quanto sia richiesto? Così diventa però un attimo difficoltoso.


#14

Tendenzialmente non sono così meticoloso e condivido tutto ciò che scarico, soprattutto quei file che hanno impiegato molto (a volte giorni, settimane o mesi) a completarsi (quindi rari). Se devo cancellare qualcosa per problemi di spazio, cancello i file di bassa qualità (che tanto non hanno futuro per loro natura) e i file molto diffusi.

Se mi stai chiedendo come trovare i file molto diffusi, beh è facile: quando lo scarichi ti accorgi se un file è diffuso o meno dal numero di fonti che ha.

Se invece mi chiedi come analizzare bene la tua libreria e scoprire quali file sono diffusi e quali rari, meglio aspettare qualcuno che si è posto il problema e l’ha risolto, perché sinceramente non so risponderti con esattezza.