Passaggio a Torrent?


#21

Ma anche no. Avere un file in lista condivisi e condividerlo effettivamente sono due cose differenti.


#22

Il file una volta nella lista condivisi è già condiviso non ti seguo
Parliamo sempre di Adu giusto?
Forse intendi dire distribuirlo, certo quella è un’altra cosa ma non si può distribuirlo se non si riesce nemmeno a condividerlo. Come puoi distribuire un file se non puoi tenerlo in condivisione quanto vuoi?
Con Adu puoi ma con Tsunami?


#23

Link interessante @Mario2, grazie!

Dallo stesso link però noto anche questo grafico


che mostra il trend degli tenti ed2k e il trend è quello che @Hammon ha iniziato a denunciare nel 2011.

Probabilmente non avrà valore assoluto ma io qui avevo messo 3 immagini degli utenti connessi al mulo in vari anni e quello che si vede è un trend in netto calo.
Noi vorremmo invertire questa tendenza, rimanere fermi sul greto del fiume ad aspettare che il cadavere ci passi davanti è quello che noi non vogliamo fare.

Rimane comunque l’opzione di utilizzare il mulo normale dov troverai tutti gli utenti italiani di ed2k e tutti i files che condividono.
Noi non stiamo facendo morire il mulo (che resta lì) ma il mulo sta diventando un vecchietto e noi vorremmo dagli una progenie e neanche il mulo è nato grande, è cresciuto con la collaborazione di tutti.


#24

Certo che puoi. Su torrent non si trovano molti file perché la gente dopo averli scaricati li cancella. Non è che il sistema di condivisione del mulo riesca “magicamente” a tenere i file in vita… Se facessi così anche su eMule otterresti lo stesso risultato…
Comunque siamo usciti fuori tema. Appena Tsunami sarà rilasciato, eMule adunanza sarà “spento”. L’abbiamo deciso tempo fa ed è la scelta più giusta per come la vede il team… Nel caso non vorreste usare Tsunami, c’è sempre eMule ufficiale :wink:


#25

Chissà se un giorno qualcuno dell’ @AduTeam abbia voglia di raccontare il nostro percorso su questa decisione.
Non fu semplice,ma era necessario un cambiamento drastico:
il mulo stava chiaramente morendo!


#26

Credo che nessuno voglia negare il calo di partecipazione, hai scoperto l’acqua calda.
Ma erri se pensi che questo non riguardi anche i torrent italiani.
Il fenomeno non è legato ad emule perché è vecchietto come dici tu ma interessa tutte le reti e anche i torrent.
La colpa non è di emule ma dell’arrivo dello streaming, di sky che si collega ad internet e nel pacchetto hai 800 films gratis che puoi scaricare quando vuoi (dico 800…) e rivedere quando vuoi tanto per dirne un paio
State prendendo un grosso abbaglio se credete che il mulo stia agonizzando per colpa… del mulo.
emule funziona e gli utenti che non capiscono niente di ipv6 e cose tecniche continueranno ad usarlo come sta accadendo in questo momento non mi invento niente.
Dare la colpa all’anzianità di emule per dire se passiamo a torrent abbiamo risolto i nostri problemi vi porterà in un vicolo cieco per tutte quelle cose che ho già detto.
Fare una battaglia contro emule è tempo perso l’utenza italiana è tutta li tutta tutta tutta.
Comunque, io non sono l’avvocato di emule :smile: sono contento di aver capito di poter continuare ad usare Adu e mi ritengo soddisfatto.
E’ stato bello questo scambio di vedute e la chiacchierata non previste.
Vi faccio gli auguri perché ne avete bisogno :grin:


#27

Eh no! sui torrent non si trovano molti files perché non è possibile metterli in coda come fa emule.
E’ per questo che i torrent muoiono, perché non essendoci le code di emule non puoi tenere in distribuzione migliaia di files contemporaneamente emule li fa ruotare, gli da 9,28mb per volta e tornano in coda nel frattempo ne serve altri e cosi distribuisce migliaia di files condivisi e non muoiono rimarranno sempre condivisi fino a che li si lascia in condivisione e verrano distribuiti con la stessa modalità per sempre se l’utente così vorrà. Con Tsunami non lo potrai fare puoi starne certo.
Ecco perché ci sono pochi files sui torrent.


#28

Guarda che su torrent i file hanno un sistema di code.

La differenza, come ti hanno già fatto notare, è la gente e il sistema: su torrent si tende a scaricare un file e poi cancellarlo senza condividerlo. Per questo i nostri dev stanno lavorando cercando di trasferire la filosofia del p2p che da sempre contraddistingue emule adunanza anche su tsunami.

È la comunità che rende grande un progetto, per quanto sia valido un software, e la nostra comunità ha la filosofia del p2p.


#29

Comunque ragazzi io vi consiglio di fare questa prova per rendervi conto nel caso non ci aveste ancora pensato.
Installate il miglior client torrent che conoscete, quello che vi piace di più.
Disinstallate Adu o dimenticatevene.
State un paio di mesi solo con il client torrent se non sentirete mai la necessità di ritornare ad adunanza allora i torrent fanno veramente per voi, Altrimenti lasciate perdere.
Io con adunanza ho scaricato anche i libri di testo del liceo dei miei figli…
Provate a farlo coi torrent.


#30

Ma di cosa parli? Raga ma lo avete mai usato un programma per i torrent? Ma dove sono le code?
Forse ti riferisci alle priorità dei file da scaricare che permettono di dare un ordine in base all’importanza di quel file rispetto ad un altro per dire al client quale vuoi che venga scaricato prima.
E’ chiaro che se io sto scaricando un file e ci sono 1000 utenti che aspettano di scaricarlo si formerà una coda perché non posso distribuirlo a tutti e 1000 assieme ma non c’entra niente con le code cioè con la rotazione de files e la distribuzione dei chunk secondo un ordine di coda. La gente cancella i torrent
primo perché li vuole passare subito su emule per acquistare crediti
secondo perché ad un certo punto è costretta non si possono tenere in distribuzione più di 10 - 15 files contemporaneamente sei costretto a cancellarli (una volta distribuiti a tutti si spera) per poterne mettere in condivisione altri mi sembra che il funzionamento dei torrent non sia chiaro neanche a voi per questo vi invito a provare datemi retta provate e mi darete ragione


#31

Ma noi @Mario2 non vogliamo fare un normale client torrent e come @gobne ci ha confermato è un obiettivo dei Dev e se ci siusciranno questa sarà la differenza.
E’ ancora presto per dirlo, stranissimo che Hammon non abbia già stroncato questa discussione perchè ci piacerebbe parlarne quando avremo raggiunto lo scopo, ma in fondo è giusto che almeno un’idea di cosa stanno studiando sia data e questa discussione spero abbia chiarito alcuni punti.

No, io non ne sto certo.[quote=“Mario2, post:26, topic:11655”]
La colpa non è di emule ma dell’arrivo dello streaming, di sky che si collega ad internet e nel pacchetto hai 800 films gratis che puoi scaricare quando vuoi (dico 800…) e rivedere quando vuoi tanto per dirne un paio
State prendendo un grosso abbaglio se credete che il mulo stia agonizzando per colpa… del mulo.
[/quote]

Certamente hai una parte di ragione, ed è proprio per questo che la prima funzione che abbiamo implementato (e lo sarà fin dalla prima release) è la visione dei files tipo streaming, proprio per riavvicinare al p2p una parte di quella fetta di utenti.

Grazie! ma qui ci siamo per passione e basta, se piace piace, se non piace… piacenza (diceva un comico).


#32

Un abbraccio e in bocca ai torrent allora :joy:


#33

Quante notti abbiamo passato a discutere con un “quasi tutti” contro @Hammon? E poi… ha vito Lui.

Un abbraccio anche a te, è stata una bella discussione (spero).
Io preferisco “In cresta allo Tsunami” :stuck_out_tongue_winking_eye:


#34

Non è tanto la filosofia ma secondo me proprio il vari client torrent sono stati inizialmente pensati solo per scaricare. Era (è) un sistema ottimo che permette di scaricare velocmente e senza code (a differenza di eMule) e quindi i releaser dei vari generi hanno iniziato ad usare torrent al posto di eMule
Il client torrent ha giusto l’interfaccia di scaricamento e tenere molti files li è scomodo,per questo la gente li cancella. Inoltre non c’è un’impostazione chiara di quanta gente puoi far scaricare da te (slot in upload) e quindi tenere molti files attivi può essere fastidioso. Metterli in pausa però vuol dire che saranno sempre in pausa e così non va bene.

Insomma ci vuole un’interfaccia all’altezza,possibilità di condividere files anche senza creare torrent e metterli sui tracker e una gestione degli uplad/download ottimale

Negli ultimi tempi ho trovato un client che ha provato a cambiare le cose,ma non ci è riuscito,lo usano pochissimi. Si chiama Tixati.
Tixati ha dei canali (vogliamo chiamarli server?) a cui la gente si può connettere e c’è una ricerca files tra utenti connessi. Ma se l’80% delle persone usa utorrent perchè pensa che utorrent=torrent e il restante 20% si divide tra transmission,vuze,qbittorrent,deluge…come si fa poi a creare una rete globale partendo da un clent che viene creato e proposto soprattutto per utenti di un certo provider di una certa Nazione?

Si certo si parlava di ricerca DHT però boh,vedremo