Installare aMuled e aMuleweb su NAS QNAP [ARM]

Tempo fa avevo un QNAP, adesso però l’ho tolto, quindi vado a memoria.
Il mio aveva un processore ARM. Nello specifico avevo un TS-219PII

Eccome come installare aMuled e aMuleweb su NAS QNAP [ARM]

  1. Scarica il pacchetto ipkg e copiarlo sul NAS

  2. Abiltare SSH sul nas (MENU->Servizi di rete->Telnet/SSH)

  3. Installare ipkg dall’interfaccia del QNAP (MENU->applicazioni->plugin QPKG->Optware)

  4. Collegarsi tramite SSH e spostarsi nella cartella dove si è copiato il file ipkg ed eseguire:

    ipkg install <nome_pacchetto.ipk> (es. ipkg install amule-adunanza_3.14b3-9_arm.ipk)

4a) Se si riceve errore, eseguire il seguente comando:

ipkg install -force-depends amule

4b) Se ci sono ancora errori eseguire anche:

ipkg install libstdc++ wxbase zlib libcurl libpng readline ncurses libpng libjpeg freetype fontconfig expat

  1. Amule ora dovrebbe essere installato ma deve essere configurato prima dell’esecuzione

  2. Creare una utenza con la quale poi si lancerà il programma ed impostare la password

         adduser amule
         passwd amule < vostra_password >
    

ATTENZIONE: per poter usare tramite SSH un’utenza diversa da admin su un QNAP, è necessario eseguire la procedura descritta nel post seguente. Altrimenti bisogna eseguire aMule come root (non consigliato). Installare aMuled e aMuleweb su NAS QNAP [ARM]

6a) Se avete creato l’utenza e seguito le istruzioni per loggarsi con utente diverso da root, uscire dalla sessione SSH e riloggarsi come amule

  1. lanciare il programma

amuled

  1. Il programma avvisa che è la prima volta che viene avviato. Se non esce in automatico interrompiamo l’esecuzione premendo CTRL-C due volte.

  2. Impostiamo la password che si vorrà utilizzare per l’interfaccia grafica fondamentale per gestire in maniera ottimale amule

amuleweb -w -P=password --admin-pass=password

  1. Andare nella cartella di amule, aprire il file /home/amule/.aMule/remote.conf e segnarsi il codice MD5 della password impostata in precedenza, il valore è la stringa alfanumerica che si trova dopo la dicitura “Password=”: (ex: Password=5f4dcc3b5aa765d61d8327deb882cf99)

  2. Editare il file amule.conf ed impostare ad 1 i valori di connessione per WebServer e ExternalConnection, nella posizione password incollare il valore precedentemente copiato.

           [WebServer]
           Enabled=1
           Password=5f4dcc3b5aa765d61d8327deb882cf99
           ...
           [ExternalConnect]
           AcceptExternalConnections=1
           ECAddress=
           ECPort=4712
           ECPassword=5f4dcc3b5aa765d61d8327deb882cf99'
    
  3. Scaricare una lista di nodi per Adunanza

    cd /home/amule/.aMule
    get http://update.adunanza.net/amule/adu_nodes.dat

  4. Avviare amule in background

amuled -f

ATTENZIONE: per cambiate i path delle cartelle Temp ed Incoming modificare il file /home/amule/.aMule/amule.conf alle righe IncomingDir= e Temp =

INFO: se necessario per stoppare amuled eseguire il comando:

killall amuled amuleweb

Amule può impiegare lungo tempo (anche giorni) al suo primo avvio prima di recuperare una lista di nodi tale da poter funzionare, quindi può accadere di vederlo in Connetting o Firwalled per i primi giorni. Si consiglia di lanciare delle ricerche di file molto diffusi per facilitare il tracciamento dei nodi.

Amuleweb è l’interfaccia di gestione web di amuled. E’ raggiungibile collegandosi all’indirizzo del proprio NAS alla porta 4711 (ex: http://192.168.0.x:4711) o scaricare il programma AmuleGUI.

La versione di AmuleGUI che si utilizza deve essere maggiore od uguale alla versione di amule adunanza installata. Versioni più vecchie NON funzionano nel 90% dei casi.

2 Likes

Come utilizzare un utente diverso da root in SSH con QNAP

Per poter usare qualsiasi utenza si sia creata in precedenza si possono
eseguire le seguenti istruzioni.
I pathname sono relativi alla mia installazione del TS-219PII. Nel caso di differenze, usando find / -name sshd potrete trovare i path del vostro Qnap.

  1. Installare openssh dall’interfaccia del QNAP: applicazioni->plugin QPKG->Optware

  2. Collegarsi come admin in SSH ed eseguire i seguenti comandi

    ipkg update
    ipkg install openssh

  3. “Swappare” la versione di sshd del server con quella openssh

    mv /mnt/ext/usr/sbin/sshd /mnt/ext/usr/sbin/sshd-origin
    cp /share/HDA_DATA/.qpkg/Optware/sbin/sshd /mnt/ext/usr/sbin/sshd
    
  4. Il filesystem dei Qnap viene ogni volta caricato dal firmware dal ramdisk. Per questo motivo ogni modifica al sistema viene eliminata ad ogni riavvio dello stesso a meno di effettuare una serie di operazioni:

cp /etc/ssh/sshd_config /mnt/HDA_ROOT/.config/ssh/

Ora dovremo modificare il file appena copiato

vi /mnt/HDA_ROOT/.config/ssh/sshd_config

Per permettere l’accesso a piu utenti ci sono due possibilità, o aggiungere la lista degli utenti che si desiderano (separati da uno spazio) dopo la voce AllowUsers oppure commentare completamente la riga AllowUsers e quindi permettere a qualsiasi utente di loggarsi. Ovviamente consiglio di definire una lista di utenti ben specifica e controllate. Nel nostro caso aggiungermo l’utente amule alla lista.

  1. Ricopiamo il nostro file dove si trovava prima

cp /mnt/HDA_ROOT/.config/ssh/sshd_config /etc/ssh

  1. Ora dobbiamo far caricare le nuove impostazioni alla macchina. Entrate nell’interfaccia Qnap e quindi Servizi di rete->Telnet/SSH e deselezionate il link di abilitazione ad SSH, aspettate qualche secondo e quindi riattivatelo per caricare le nuove impostazioni.

  2. Se tutto funziona allora è il momento di rendere permanente la nostra configurazione.
    Per farlo è necessario creare o modificare uno script autorun.sh script da fare eseguire ad ogni riavvio:
    Montiamo una config area:

mount -t ext2 /dev/mtdblock5 /tmp/config

editiamo o creiamo il file

vi /tmp/config/autorun.sh

ed inseriamo al suo interno queste righe di codice:

#!/bin/sh
	
# SSH Config
cp /mnt/HDA_ROOT/.config/ssh/sshd_config /etc/ssh/sshd_config
/etc/init.d/login.sh restart
  1. Dopo aver salvato assicurarsi che il file abbia i diritti di esecuzione

chmod +x /tmp/config/autorun.sh

e smontate il filesystem

umount /tmp/config

riavviando il NAS la configurazione dovrebbe rimanere in memoria e quindi essere permanente ad ogni avvio.

Per ogni modifica futura del file sshd_config by ricordatevi di copiarla nel ramdisk

vi /mnt/HDA_ROOT/.config/ssh/sshd_config

3 Likes

Ciao Microchip,
come scrivevo in un mio thread di qualche giorno fa, Optware non è più supportato e pare (o almeno non l’ho trovato) che non vi sia il pacchetto ipkg di aMule AdunanzA. O forse c’è di una versione 2010.

Va quindi scaricato il source, compilato e installato. Ma il nuovo Entware-ng dà problemi con i pacchetti necessari alla compilazione di aMule.

Inoltre da non so che firmware in poi, QNAP ha adottato OpenSSH, ma flasha sempre la configurazione iniziale sovrascrivendo ogni modifica effettuata dall’utente. Non avendo avuto successo con il file autorun.sh, ho trovato come soluzione ottimale (fonte il forum QNAP) quella di creare uno script autorun.sh con tutti i comandi utente, da aggiungere poi come fosse un pacchetto al file qpkg.conf
In questo modo ad ogni avvio viene fatto partire il file autorun.sh e si trova anche il bottone on/off nell’app center di QNAP

ciao
k.

Come non detto allora.
Come ho scritto all’inizio, io ho dismesso il QNAP da un po’ di tempo.
Il mio è smontato e senza HD, quindi non l’ho più aggiornato e, di conseguenza, non sono aggiornata neanche io!