Il software portable


#1

BREVE INTRODUZIONE AL SOFTWARE “PORTABLE”

Per programma “Portable” si intende un programma completo in tutte le sue
funzioni che possieda quanto necessario ed indispensabile al suo funzionamento,
all’interno di un’unica cartella; che non necessita, quindi, di alcuna
tradizionale installazione e non deve andare a scrivere/copiare file in
librerie di windows, in altre cartelle di sistema o nel registro di windows.
Inoltre anche eventuali file di configurazione non devono avere riferimenti a cartelle
sul PC.

Queste poche regole sono essenziali per definire un software
Portable, software che - come si intuisce dal termine - può essere copiato/spostato
da una cartella ad un’altra qualsiasi, da un supporto di memorizzazione ad un
altro, da un PC ad un altro, senza che questo NE comprometta il suo funzionamento.

I vantaggi sono notevoli: un supporto USB - oramai ce ne sono di economici che
possono immagazzinare da 16 a 256 GB di dati – può, di fatto, considerarsi quasi
un PC portatile, con al suo interno tutta una serie di programmi (e dati) adatti
a molteplici scopi e funzionalità, in rapporto anche alle esigenze/capacità
operative dell’utente stesso.

Altra particolarità non certo trascurabile, è quella di poter trovare
Intere suite di software portable già pronte, con tanto di
sistema per l’aggiornamento automatico quando viene rilasciata una nuova
versione di un determinato programma. Inoltre la maggioranza di questi
programmi sono totalmente free, quindi di libero utilizzo, e sovente - quasi
sempre - di livello altissimo, funzionali e a volte indispensabili.

Ma l’utilità di avere dei programmi portatile non è solo quella descritta;
nell’eventualità di cambio di PC o sua formattazione per ricaricare il sistema
operativo, si può prendere tutta la cartella con i programmi portatili,
salvarla su un supporto esterno (HD o pendrive) e poi ricaricarla sul PC nuovo
o formattato eseguendo un semplice copia/incolla della cartella. Il risultato è
quello di aver mantenuto inalterate le configurazioni personalizzate che
andrebbero perse se si fosse obbligati a reinstallare i programmi tradizionali:
evitare una completa reinstallazione e riconfigurazione può significare un risparmio
notevole di tempo.

Principalmente esistono tre grandi suite di programmi portatili, o meglio
due grandi contenitori che si possono gestire facilmente scaricando e
installando l’applicativo apposito.
Si tratta di PortableApp, di WinPenPack e di PendriveApps (ma ne esistono
anche altri), e come potrete vedere navigando nei loro siti c’è solo
l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i software distribuiti.
Siti affidabili dove trovare invece software portable ve ne sono moltissimi altri…

Ma quali sono i programmi “indispensabili” da mettere su
chiavetta? sono quelli che ogni PC dovrebbe avere installato, cioè i migliori
programmi che in pratica tutti usano (o dovrebbero usare) per una gestione
della propria attività.

Installarli e provarli può diventare un gioco istruttivo, che si può fare
senza il timore di “infestare/sporcare” il proprio PC con software
che poi, magari, non si riesce più a disinstallare ovvero disinstallare
completamente: nel caso di software portable è sempre sufficiente cancellare la
cartella che lo contiene e non ne resta traccia, un bel vantaggio rispetto ai
software tradizionali.

[CONTINUA…]

#2

La soluzione della suite PortableApps

Per avere a disposizione una collezione delle più apprezzate ed utilizzate applicazioni opensource “portable” (sul Desktop e/o su un proprio supporto esterno), è possibile utilizzare la suite proposta da PortableApps.com .

Questo sito mette a disposizione un ottimo gestore per l’avvio dei vari software: si tratta di una comoda interfaccia, che ricorda da vicino il menù “Start” di Windows 7, attraverso la quale si possono eseguire i programmi, eliminarli oppure aggiungerne di nuovi ovvero aggiornarli in
automatico.

Il componente software che permette l’avvio e la gestione delle applicazioni, può essere memorizzato su qualunque supporto rimovibile, insieme con i programmi in versione “portabile”.

Scaricata la Suite di Portable Apps da qui (file: PortableApps.com_Platform_Setup_14.4.1.paf.exe, circa 4.0 Mb, che consiglio di salvare eventualmente sul proprio Desktop), avviare l’installazione.

  1. Selezionare la lingua dell’installazione

  2. Seguiranno le schermate illustrative l’installazione guidata della Piattaforma PortableApps.com e quella relativa alla Licenza d’uso

  3. Selezionare il Tipo di installazione [consigliata “Nuova installazione” anche per supporti esterni/USB)

  4. Selezionare il Percorso di installazione (consigliato il falg su: Locale per Tutti gli Utenti…)

  5. Selezionare un percorso personalizzato (consigliato: Desktop)

  6. Selezionare la Cartella di installazione prima tramite il pulsante [Sfoglia…] e confermare le scelte operate in merito all’installazione e cliccare sul pulsante [Installa]

  7. A questo punto vi ritroverete sul vostro Desktop la cartella PortableApps (l’applicativo) ed il link di avvio della piattaforma (Start)

  8. A questo punto, cliccando sul link [Start del Desktop], partirà la Piattaforma PortabelApps, localizzata di default in basso a destra, sopra la barra
    e quindi la seguente finestra

La Suite installata risulterà, tuttavia completamente vuota e…

[CONTINUA…]

#3

E qui vedo una contraddizione:installare qualcosa per i programmi portables?


#4

Non si tratta di installare qualcosa in senso classico…

La stessa suite è portable… è come se trasformassi il menu start di windows 7 in modalità “portable”…


#5

Tipi di applicativi “portable”

Gli applicativi “portable” si presentano, normalmente, in 3 modi diversi:

  1. Come files ZIP/RAR/7z etc.
  2. Come files [nome_software].paf.exe
  3. Come files [nome_software].exe

Nel 1 caso, è sufficiente copiare il contenuto in una cartella di proprio gradimento (se già
non è presente).

Nel 2 e 3 caso, l’analisi degli archivi (solitamente “autoestraenti”) con un qualsiasi software di compressione, dovrebbe rivelare il loro contenuto, così come, lanciando questi eseguibili,
dovrebbe richiedere il nome della cartella di “copia/pseudoinstallazione”.

Circa i Siti Web “affidabili” dove reperire applicativi “portable”, personalmente mi avvalgo di:

  1. PortableApps, dove tramite la suite è possibile aggiornare e/o installare tutti i loro rilasci (consultare l’elenco…);
  2. WinPenPack;
  3. The Portable Freeware Collection;

ma ne esitono moltissimi altri, più o meno affidabili, che, tuttavia, consiglio sempre di “testare”.

[CONTINUA]


#6

Circa le caratteristiche della Suite Portable Apps, le sue features, configurazioni, nuove applicazioni e/o aggiornamenti, è perfettamente inutile scrivere ciò che altri hanno già ampiamente trattato.

Vi rimando quindi al seguente link


(che vi invito a leggere…) per fugare ogni possibile dubbio.

Per ogni altra informazione che vi dovesse servire, non esitate a chiedere (quì) e, compatibilmente con il mio tempo, Vi risponderò.

Grazie.

[FINE]