Fotostoria di una attivazione Vdsl2 Telecom

Come previsto Telecom ha iniziato le attivazioni in Vdsl2, ftts o fttc che dir si voglia, sulle utenze della mia centrale, mia nel senso di utente.
La richiesta al 187 è filata liscia e il 14 Febbraio, come regalo di S. Valentino, mi arriva il modem.
Fronte:

Retro:

Contestualmente, a distanza di una mezz’ora dalla consegna, arriva una chiamata da Telecom che mi conferma l’attivazione per la settimana successiva, era già venerdi’ pomeriggio, e che mi invita a collegare il modem sulla linea.
Collego il modem e in una decina di secondi si allinea perfettamente alla connessione.
Dopo circa una mezzora arriva un messaggio registrato del 187 che conferma l’avvenuta installazione e configurazione del modem.
Prima di collegarlo, in modo da avere un paragone tra il mio Dgn2200 e il nuovo modem, faccio un paio di test e di screening.

Netgear Dgn2200 prima del cambio:
Collegamento ADSL Downstream Upstream
Velocità connessione 18271 kbps 953 kbps
Attenuazione linea 11.0 db 6.7 db
Margine di rumore 13.9 db 12.6 db

Technicolor Telecom dopo il cambio:
Sistema di trasmissione: ADSL2+
Velocità massima di trasmissione (Kbps): 1001
Velocità massima di ricezione (Kbps): 20292
SNR Upstream (dB): 12.8
SNR Downstream (dB): 8.9
Attenuazione Upstream (dB): 6.8
Attenuazione Downstream (dB): 10.0
Potenza in trasmissione (dB): 12.2
Potenza in ricezione (dB): 18.5
Velocità in trasmissione (Kbps): 994
Velocità in ricezione (Kbps): 20466

Ad occhio, sulla stessa connessione adsl, c’è una differenza di velocità a favore del telecom, e questo già è un buon inizio.
I test effettuati con speedtest davano:
Telecom Technicolor
Catania Sielte:15ms 15,35 0,77
Roma Unidata: 53ms 15,61 0,87
Dgn2200
Catania Sielte:25ms 14,63 0,76
Roma Unidata: 55ms 14,86 0,89
quindi a favore del technicolor.

A distanza di una settimana esatta, e cioè ieri, vengo contattato dal tecnico che mi fissa un appuntamento da li a mezz’ora per la commutazione in armadio.
Arriva con una puntualità sorprendente e mi trova a “presidiare” l’armadio, non ho dovuto fare molta strada visto che è posizionato giusto accanto al portone di casa.
Scambio di convenevoli e consapevolezza che il ragazzo non ha idea di come funzioni una Vdsl, “lei ne sa piu’ di me” sic, ma questo è il target visto che non deve fare operazioni complesse ne agire sul dslam.
Il suo compito infatti è limitato ad individuare la terminazione di permuta a staccare la coppia secondaria, utente, dalla primaria, centrale, e ricollegarla sulla morsettiera di permuta Vdsl2, al primo posto utile in sequenza, già predisposta e collegata al dslam che non viene toccato.

La mia coppia:


staccata dalla terminazione, sulla destra si intravede la morsettiera di permuta, con coperchio bianco, che fa capo al dslam.

La mia coppia:


collegata alla permuta Vdsl2.

In pratica la mia attivazione è stata la prima di questo armadio e quindi è stata attestata al n°1.

Permuta Vdsl2:


questo è il blocchetto di permuta completo, come potete notare ci sono solo 48 posti, i morsetti contrassegnati con P sono la permuta fisica tra doppino e ingresso dslam e sono accessibili solo per prove o per attestare una eventuale linea rtg,
In pratica esauriti i 48 posti fine della disponibilità in vdsl2, almeno per il momento.

Questa è la semplice operazione, salvo complicazioni dovute a scambi primario/secondario effettuati in secondo tempo e non riportati sulla scheda utente dove in caso bisogna andare a ricercare il percorso esatto, per il passaggio fisico da Adsl a Vdsl2, operazione che si è conclusa in circa 10 minuti.
Il dslam da subito un collegamento in Vdsl2 anche se non è stata fatta la permuta e il settaggio in centrale, infatti:
DSL
Versione Driver DSL: bcm963268_V1.0.116_ADSL_PHY_A2pv6F038k1.d24h
Stato: Attivo
Sistema di trasmissione: VDSL
Modalità di trasmissione: Interleaved
Profilo: 17a
Power State: L0
Velocità massima di trasmissione (Kbps): 15084
Velocità massima di ricezione (Kbps): 113460
SNR Upstream (dB): 25.1
SNR Downstream (dB): 31.7
Attenuazione Upstream (dB): 5.4
Attenuazione Downstream (dB): 4.8
Potenza in trasmissione (dB): -25.4
Potenza in ricezione (dB): 11.8
Total ES (Errored Secs): 0
Total SES (Severely Errored Secs): 0
Encapsulation Type: PTM
Impulse Noise Protection (INP): 5600
Velocità in trasmissione (Kbps): 3144
Velocità in ricezione (Kbps): 31496
ma ovviamente non c’è accesso a internet.
Da notare il crollo dei valori in att e il balzo dei valori di snr, in pratica il modem vede la distanza utente/armadio e non piu’ quella utente/centrale.
Saluti con il tecnico che mi assicura l’attivazione completa dopo la pausa pranzo e che comunque dipende adesso dalla centrale
Attivazione che avviene tranquillamente tra le 14 e le 15.
Rifaccio un paio di speed e la soddisfazione è tangibile, sia per la velocità che per il ping:
Speedtest Sielte Catania
5ms
29,20Mbs
2,90Mbs
Speedtest Roma Telecom
15ms
28,79
3,02Mbs

A stamane:

va piu’ che bene, soprattutto per la velocità in upload che era quella che mi interessava di piu’.
Ho anche fatto dei test con glasnost e la connessione non risulta filtrata, effettivamente sia emule che utorrent volano.
Vengo comunque da un’ottima connessione adsl ma la differenza tra il prima e il dopo è veramente notevole.
Per la cronaca mentre stavamo attestando in armadio Fastweb stava collocando il suo proprio accanto.

5 Likes

Dopo 9 giorni di test e stressaggi vari posso ritenermi ampiamente soddisfatto:

Emule:

Torrent:

Nel prossimo post, in preparazione, illustrerò i problemi,risolvibili, inerenti il Voip e come abbassare ulteriormente il ping e migliorare ancora i valori di att e snr ottimizzando l’impianto telefonico interno e in particolar modo eseguendo il ribaltamento. :wink:

1 Like

Ti sto seguendo con interesse in quanto ho avuto una visita di un tecnico fastweb (Sielte?) per il cambio dell router e mi ha informato che stanno cablando in fibra le cabine telecom attestate sulla mia centrale, ho visto anche alcuni operai che passavano tubi nei tombini.
Che modello di tecnicolor ti hanno inviato?
Hai accesso all’utente admin?

Fastweb, come altri gestori tranne Telecom, non ha tecnici propri ma si affida a ditte esterne quali appunto Sielte & Co, Nelle piccole città non è raro incontrare anche piccole ditte private, un ex mio tecnico adesso lavora per una ditta privata locale che attiva per tutti i gestori, tranne telecom, nei paesini dell’hinterland.
Il technicolor è un “custom”, Telecom AG plus versione hardware VDNT-S versione software AGVTF_4.0.2, costruito per Telecom, come in foto.
L’accesso è di base e non come admin, il modem è telegestito e qualsiasi tentativo, già dato uno sguardo in rete, di mod viene subito stroncato dalla telegestione.
Probabilmente funziona il solito sistema del telnet all’avvio ma a connessione stabilita viene subito riconfigurato di default.
In linea di massima funziona discretamente bene, la parte modem fa ottimamente il suo lavoro, al limite, se si hanno particolari esigenze, lo si usa come bridge e si piazza un router gestibile in toto.
Il wifi è soddisfacente, praticamente va uguale al dgn2200 che avevo.

Anch’io sono molto interessato Dario.
Questi sono i miei dati attuali

Larghezza di banda (upload/download) [kbps/kbps]: 512 / 6.144
Potenza di output (upload/download) [dBm]: 0,3 / 19,8
Attenuazione linea (upload/download) [dB]: 12,0 / 22,5
Margine SN (upload/download) [dB]: 15,0 / 17,9

Quando mi hanno dato il technicolor e l’ip pubblico avevo 1024 kbps di upload poi per due volte l’ho trovato abbassato a 512 kb, una volta è ritornato a 1024 da solo, la seconda volta ho fatto richiesta di riqualifica. L’operatore di Fastweb mi ha riportato a 1024 l’upload ma mi ha detto che se scendeva ancora dovevo rassegnarmi perchè era evidentemente un problema della mia linea.
Per tre settimane circa ho uppato bene e poi sono ritornato a 512 :frowning:

@coge mi ha già consigliato di verificare il mio impianto casalingo, non l’ho ancora fatto e se sapessi cosa fare eviterei di fare danni…

@dario900 sapresti giudicare se i dati della mia linea sono veramente cosi brutti da essere downgradato? Perchè l’hanno fatto se per tre settimane ho uppato senza problemi?

Grazie in ogni caso!

I valori di snr sono piu’ che ottimi e non giustificano un downgrade.
ADSL (DA 640 Kb/s a 8 Mb/s)
Rapporto segnale rumore – Margine Rumore (SNR):
< 5db = problemi, non si sincronizza o ha problemi a sincronizzarsi
5-10db = scadente, si possono riscontrare problemi di sincronizzazione
10-15db = mediocre (non ci sono problemi di sincronizzazione)
15-22db = buono
23-28db = ottimo
29-35db = eccellente
Attenuazione di linea:
< 20db = eccellente, avete una linea molto buona e siete evidentemente molto vicini alla centrale
20-30db = ottimo
30-40db = buono
40-50db = mediocre
50-60db = scadente/scarso
60-65db = critico
65db = problemi
I valori di att ti danno ad una distanza di circa 1500/1600 metri dalla centrale.
In pratica sei su un dslam adsl, probabilmente saturo e ti raccontano la solita storiella.

Per quanto riguarda l’impianto interno è vero che si può migliorare ma non è certo il tuo impianto telefonico che fa dimezzare la velocità di upload!! :wink:

1 Like

Il servizio clienti mi ha chiamato un paio di volte per chiedermi come andava la connessione, la cosa è plaudibile e mi ha anche permesso di approfondire e discutere sulla pecca della fonia dect.
In pratica il modem permette di registrare fino a 4 cordless dect e quindi di evitare una modifica all’impianto telefonico.
La cosa è interessante, anche dal punto di vista pratico in caso di mancanza di tensione di rete e con modem collegato su ups, ma si scontra con dei problemi seri.
La registrazione è facile e immediata ma, di contro: volume fonia bassissimo e “bussata”, ovvero chiamata entrante ai cordlesss, non corretta.
In base al tipo di cordless, nello specifico con un aladino e con un panasonic, si possono avere differenti problemi.
Con l’aladino la chiamata fa squillare la suoneria solo per 5 secondi di seguito e se non si risponde entro i 5 secondi la comunicazione cade.
Con il panasonic la chiamata è random ovvero è il cordelss, ma piu’ propriamente la base, che decide quando e come squillare.
Parlandone con l’operatore è uscito fuori che sono a conoscenza del problema e che stanno cercando di risolverlo con una nuova versione del firmware.
Onde evitare problemi quindi mi sono armato del necessario e ho modificato l’impianto interno.
Originariamente avevo previsto due prese a valle della primaria e su tutte e tre le prese, in parallelo, avevo i filtri.
In pratica l’impianto telefonico girava per tutta la casa partendo dall’arrivo linea.

Con una connessione adsl e fonia normale non si può prescindere da un impianto cosi’ strutturato e necessariamente il parallelo induce capacità e lunghezze di cavo non controllabili altrimenti.
Le capacità sono indotte da prese e filtri, mentre la lunghezza del doppino interno si somma a quella del doppino esterno aggiungendo qualche dB, alle volte piu’ di “qualche”, all’attenuazione, fanno testo anche curve e angoli retti della linea.
Fanno testo, e parecchio, anche eventuali prese obsolete con condensatori interni oltre che suonerie e altri apparati collegati in parallelo sulla linea telefonica.
Quindi anche avendo il modem a ridosso dell’ingresso linea e poi un impianto casalingo con molte prese e molti metri di linea la situazione non cambia.
Discorso diverso invece per la fonia in voip, prelevata dal modem, e il ribaltamento delle prese.
In pratica installando il modem in prossimità dell’ingresso linea e collegando le prese dell’impianto a valle del modem e sulla presa tel dello stesso si evita il parallelo tra l’ingresso adsl e il resto dell’impianto a valle.

Prima delle modifica, ovvero con cordless registrati e doppino in parallelo ma con prese senza telefoni, avevo questi valori:

SNR Upstream (dB): 25.4
SNR Downstream (dB): 31.8
Attenuazione Upstream (dB): 5.4
Attenuazione Downstream (dB): 4.8

Dopo il ribaltamento e quindi con modem collegato direttamente in ingresso linea e senza l’impianto a valle:

SNR Upstream (dB): 30.7
SNR Downstream (dB): 32.4
Attenuazione Upstream (dB): 3.8
Attenuazione Downstream (dB): 2.5

si può notare un innalzamento dei valori in Snr, quindi un abbassamento del rumore in linea, e un significativo abbassamento dei valori di attenuazione.

Ciò vuol dire che un impianto casalingo fatto bene incide sicuramente sulle prestazioni di una connessione, ovviamente a patto che la porzione di doppino utente/centrale, e permute frapposte, sia di per se in buone condizioni e con valori di Att e Snr nella norma.

4 Likes

Sempre meglio…

…specialmente il ping!!

posso chiederti un favore?
mi pinghi questi due server:

CALL:dota2 146.66.152.1
ECHO - (EU West) Luxembourg:

CALL:dota2 146.66.155.1
ECHO - (EU East) Vienna:

io con una adsl 6/512 fastweb NON scendo MAI sotto i 48ms, e visto che stanno “ancora” lavorando sul mio armadio…

Provo domani, adesso sono con il note in wifi e quindi la misura risulterebbe falsata.:wink:

Aggiornamento:
è stato aggiornato il firmware del modem, dalla versione 4.0.2 alla 4.0.4.
Il problema fonia non è stato risolto da questa versione firmware, una richiesta di assistenza dalla pagina del 187, il tecnico mi ha richiamato quasi contemporaneamente al clic di invio :slight_smile: , mi ha permesso di risolvere in maniera soddisfacente ed immediata con un intervento a distanza sui parametri relativi alla fonia.

per caso esiste un modo per abbassare il ping di questa (ottima) linea telecom? io da quando l’ho attivata ho riscontrato un aumento di qualche ms nella latenza, rispetto alla (pessima) adsl fastweb. Nel senso che valori tra i 5-10ms non li ho mai visti… ho comunque l’armadio di strada accanto il portone di casa

La latenza alta può dipendere anche dall’impianto di casa o dalle condizioni del doppino nel tratto utente/armadio.

Ciao Dario,

ho letto con molto interesse questo tuo post, davvero ben fatto e dettagliato, complimenti.

Ho una domanda, sapete a livello hardware che processore monta il modem-router della Technicolor? e magari quanta ram ha?

A me, come a voi credo, hanno installato un Technicolor Ag Plus del quale in Internet non si trovano le specifiche hardware (almeno io sono giorni che le cerco e non le trovo). Precedentemente usavo un “Netgear DGND4000”, un buon prodotto al quale sono tuttora “affezzionato”. Il Netgear monta un processore Dual Core Broadcom 6362 (BCM96362) ed ha 128 mb di ram.

Attualmente, proprio perché non riesco a trovare le specifiche hardware di questo Technicolor, sto utilizzando il Technicolor come modem e sfruttando la porta WAN del Netgear (quindi in bridge) riesco a gestire il routing interno con il DGND4000.

Secondo voi, sto facendo cosa giusta? Ovviamente sto consumando anche più elettricità… cosa che non va sottovalutata, visto che tali apparecchi sono sempre accesi.

Vorrei un vostro parere.

Grazie :stuck_out_tongue:

ciao @Marco_

Alcune specifiche per svariati modelli di router le puoi trovare qui:

http://wiki.openwrt.org/

Una volta nella pagina trovi il campo ricerca in alto a destra. La ricerca è “istantanea” quindi, man mano che digiti le prime lettere ti apparirà l’elenco con le voci.
A seconda del modello selezionato (poniamo caso il Technicolor TG582N) troverai altri riferimenti/link per ulteriori approfondimenti :wink:

Un saluto

ma…

qual’è lo scopo ultimo?

Ciao cycomarco e grazie per la risposta.

Ho consultato il sito che mi hai indicato, ma questo modem Technicolor per Telecom non sembra esserci.
Il nome commerciale dovrebbe essere “Technicolor Telecom AG plus VDNT-S”. Sulla scatola del modem c’è scritto “Modem Adsl/Fibra NMU: 764738 by Technicolor”.
Non so davvero come ricercarlo.

Grazie :stuck_out_tongue:

Ciao CoGE e grazie per la risposta.

Lo scopo ultimo è quello di gestire la rete casalinga con i seguenti apparecchi collegati:

  • una Smart Tv (si collega alla rete quando si accende)
  • un pc fisso
  • due cellulari (in wifi)
  • un portatile (in wifi)

temo che il Technicolor che Telecom fornisce abbia cpu e ram scadenti e si impalli quando uso questi apparecchi in simultanea. Infatti ho letto pessime recensioni su questo modem, per questo motivo sto cercando le specifiche hardware.

Al momento il Technicolor lo sto usando solo come modem (vdsl2), e con il Netgear DGND4000 in bridge attraverso la WAN, gestisco la rete casalinga con tutti gli apparecchi sopra elencati.
In passato, con la normale Adsl e il DGND4000 non ho mai avuto problemi, temo invece che il Technicolor sia un device scarso.

Grazie :stuck_out_tongue:

Il Technicolor di Telecom ha un’ottima dotazione hardware il problema sono i firmware di aggiornamento software che hanno dei bug.
Se già non lo hai fatto seguiti questa discussione: http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2587383

Grazie Dario900 per la risposta.

Sto seguendo la discussione nel forum che mi hai segnalato.
Per ora ho deciso di tenere in modalità bridge il Netgear DGND4000, con il quale gestisco tutta la rete casalinga. Per quanto riguarda il Technicolor, lo uso solo da modem. Aspetterò che esca un firmware decente o che comunque esca qualche modem-router vdsl2 che mi permetta di gestire anche la fonia.

Tra le altre cose, ho notato che utilizzando il Technicolor come modem e router la base dell’apparecchio (lato fori per affissione) raggiunge temperature molto alte. Questo si è verificato con tutti i dispositivi connessi (NAS compreso), ho effettuato la misurazione della temperatura con la pistola termica della Bosch ed ho rilevato picchi tra i 50°C e i 55°C. Sarà il caso di segnalarlo? Credo abbiano implementato un pessimo sistema di dissipazione del calore…