Eolo con Adunanza: si può fare?

eolo

#21

Vabbè storiella vecchia, ma abbastanza divertente (perchè proprio neanche alla fine l’amico ha capito la storia dell’IP pubblico dinamico) ed istruttiva sulle politiche dei diversi provider…
Come forse ho già detto altrove, sono in rete dal 92/93, ma nuovissimo a Fastweb e, anche se sono contento perchè di natura sono ottimista e anche un po’ mi accontento, proprio non riesco a capire questa pirlata degli IP nattati…ci sarà un motivo se sono gli unici in Italia e fra i pochi al mondo ad implementarlo, visto che l’IP pubblico dinamico per me è l’optimum (win win per l’utente e per il gestore…).
Infatti non mi sono ancora convinto a chiedere l’IP pubblico fisso (perchè con Fastweb, accidenti, si va solo da un estremo all’altro) perchè ricordo le volte che un bel riavvio con relativo cambio di IP mi è stato utile…
Quello che chiedevo (giustamente mia moglie dice che tiro sempre i discorsi troppo per le lunghe) è: l’Emule Adunanza perchè, a quanto leggo, necessita adesso di IP pubblico, visto che era stato studiato per operare con IP nattato? :thinking:


#22

Per poter avere la freccina verde sui server esterni e non solo sulla rete Kadu.


#23

Mah, a me nemmeno a Kadu si connette, eppure in teoria le porte del Fastgate le ho aperte…


#24

Infatti Alex, al contrario tuo e mio, taglia un po’ troppo corto. :stuck_out_tongue_winking_eye:
Adunanza è nato per le linee nattate di fastweb ed è ancora l’unica possibilità per chi ha un IP 10.xxx
Il problema è nato quando nel 2013 circa in fastweb hanno iniziato ad usare IP nattato che iniziano per 100.xx
Il codice di adunanza non riconosce questi IP perché è precedente la loro introduzione quindi li esclude dalla kAdu.
Dal momento che gli IP pubblici sia 93.x che 2.3x facevano già parte della rete kAdu e che fastweb li rilascia senza grossi problemi a chi lo richiede, abbiamo ritenuto giusto spingere questa scelta per offrire la migliore soluzione col più alto ventaglio di vantaggi ed opportunità.


#25

Capito, visto che io in effetti ho l’IP che inizia per 100…peccato…dovrò decidermi a chiedere l’IP pubblico…


#26

ciao Herbert, in realtà Fastweb non fu l’unica azienda ad operare questa scelta, che era dettata dal fatto che gli indirizzi IPV4 stavano letteralmente finendo data la loro natura. Adesso, dopo aver implementato gli IPV6 quel problema è stato scongiurato e di fatto Fastweb rilascia IP pubblico (statico) senza sovrapprezzo. TIM per esempio fa pagare ancora oggi per averlo (credo anche gli altri operatori).
"In che modo la versione IPv6 risolve il problema dell’esaurimento degli indirizzi IPv4?"
Semplicemente usando indirizzi 4 volte più lunghi di quelli IPv4. IPv4 ha un massimo teorico di circa 4 miliardi di indirizzi, mentre IPv6 ha un massimo teorico di circa 340 miliardi di miliardi di miliardi di miliardi." :crazy_face:


#27

Anche io,che ho Tiscali LTE,ho ip che inizia con 100.
Gli ip 93. e 2. furono aggiunti con la 3.18.


#28

Ti ringrazio della puntualizzazione, anche se in realtà non è centratissima su quanto intendevo io… La colpa è mia, che non ho specificato bene i termini della questione (nonostante, come scherzavo, semmai io tendo a farla troppo lunga, ma in questo caso mi sentivo troppo in OT…) Però a questo punto ti rispondo, in quanto non sono solito “offendere”, anche se lo ho fatto in modo molto bonario, nessuna azienda e tantomeno Fastweb… Tutto quanto hai giustamente puntualizzato lo davo per scontato: chiaro che gli IP sono sempre stati risorsa scarsa e bene fa Fastweb (mi pare anche in modo più previdente di altri) ad implementare IPv6.
Però i modi di affrontare il problema sono due: nattare gli IP o assegnarli in modo dinamico. E’ vero che progettualmente è molto più sicuro affidarsi al NAT (specialmente in una situazione come quella attuale in cui moltissimi sono sempre connessi), però è altrettanto vero che viene molto più incontro agli utenti assegnare IP pubblico dinamico. Dirò di più, la vera cosa un po’ irritante è che Fastweb assegna gratuitamente su richiesta IP pubblico statico…della serie troppa grazia Sant’Antonio: l’utente medio non sa che farsene (anche se ci sono applicazioni in cui è utile o indispensabile) e anzi preferirebbe l’IP pubblico dinamico per togliersi da situazioni scomode, nate per colpa sua (ban) o invece perchè bersagliato da scanner (abbiamo visto anche sul Forum Fastweb gente che si lamentava e voleva addirittura tornare sotto NAT, perchè bersagliata da attacchi…)