Come riconoscere l'armadio Telecom a cui siete collegati

Premetto che non so se in Italia gli impianti sono tutti identificati allo stesso modo, con buona probabilità gli impianti più moderni di quello che serve la mia zona possono avere le linee interamente interrate e per questa tipologia qualche altro utente potrà scrivere una diversa spiegazione.

Ho pensato di indicare qui con alcune foto come identificare il proprio armadietto, utile per determinare la distanza specialmente quando in zona ce n’è più di uno (come nel mio caso dove ho un armadietto a 20 metri ma sono collegato ad un armadietto a circa 100 m. da casa).

Nel mio caso, su una parete esterna della casa c’è il cavo principale che si ferma in una testina da cui partono i singoli cavi dei vari appartamenti.

prendete nota dei numeri e cercate sugli armadietti della vostra zona quale riporta uno dei numeri identico al vostro.

Scovato l’armadietto potete avere anche un buon indizio se siete raggiunti dalle nuove linee con tecnologia VDSL2 (a volte chiamate FTTC, FTTS…)

Se sopra l’armadietto c’è una appendice con tetto rosso ed a fianco c’è una cassetta con contatore Enel siete coperti o in fase di completamento di installazione della VDSL2.

Chi può metta qui sotto la spiegazione e qualche foto per identificare altri tipi di collegamenti. Grazie!

Questo vale generalmente per i cabinet che non appartengono a Tim (se non erro Telecom non esiste più con questo nome). Solitamente i cabinet Tim sono autoalimentati e non hanno bisogno di un armadietto Enel esterno, anche se @Dario900 mi pare avesse scritto da qualche parte che ci possono essere delle eccezioni (forse per i nuovi cabinet da 92 anzichè da 48 posti? non mi ricordo di preciso).

Ma comunque nella maggior parte dei casi ci trova nella situazione di avere più cabinet di vari ISP vicino a quello Tim, da lì la necessità di alimentarli tramite armadietto Enel apposito.

Per cui se il cabinet Tim è da solo, l’armadietto Enel potrebbe anche non esserci.

1 Like

Esatto, le nuove Onu a 92 posti sono alimentate in locale e quindi è facile trovare una soluzione come questa:

Ovvero alimentazione in locale ma che molti saputelli “spacciano” come la fibra Enel!!
:old_roftl:

“Testina”…non tu!!
:old_sisisi:

1 Like

Da me quando hanno portato la VDSL2 hanno messo contatori Enel ovunque (ho cambiato la foto del primo post per mostrare l’installazione completa).
Questa è un’altra installazione, leggermente differente forse perchè non potevano andare oltre in altezza.

se ci sono altri ISP che vendono ULL per la VDSL2 dovranno avere il loro armadietto e il loro contatore Enel.[quote=“Dario900, post:4, topic:12028”]
“Testina”…non tu!!
[/quote]

Corretto :stuck_out_tongue: :smile: